Menu
  • header_02.jpg
  • header_03.jpg
  • header_04.jpg
  • header_05.jpg
  • header_06.jpg
  • header_07.jpg
  • header_08.jpg
A+ A A-

Jack Azzarà

Il suo incontro con il didjeridoo avviene nel 2001, quando ad una festa sente per la prima volta il suo suono. Dopo aver praticato per un po’ di tempo con un semplice tubo in PVC, inizia ad appassionarsi e a seguire workshops con i maggiori suonatori di didjeridoo stranieri, come Mark Atkins, Dubravko Lapaine, Jeremy Cloake e italiani come Andrea Ferroni e Gianni Placido.

jack-azzaraNegli ultimi tempi suona principalmente strumenti molto bassi e lunghi, i cosiddetti “deep-didge”. Due suoi brani sono stati inseriti in due compilation: “Yidaki Vol.1” e “Didjeridoo made in Italy”.

Jack è l'ideatore e direttore artistico del festival Le Vie del Didjeridoo. La prima edizione, nel Marzo del 2011 a Milano ha visto la partecipazione di alcuni tra i più rappresentativi esponenti della scena italiana di didjeridoo. Il festival seppure di alto profilo, si è distinto per l'atmosfera calda e conviviale, vedendo la partecipazione di un nutrito numero di appassionati. Fattore che ha spinto Jack a pensare ad un appuntamento primaverile annuale.

Attualmente sta lavorando all’attuazione del suo primo album da solista, previsto in uscita per il 2012. Inoltre tiene seminari e lezioni per didge-apprendisti.

www.jackazzara.eu

 

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies.